«STOP F-35». AL VIA LA CAMPAGNA DELLA RETE ITALIANA DISARMO E DI «SBILANCIAMOCI!»


Parte la campagna contro i cacciabombardieri F-35: «Stop F-35». Più di 70 associazioni chiedono lo stop alla produzione degli F-35 e la destinazione dei 15 miliardi, stanziati per il loro acquisto, per affrontare la crisi economica e contribuire alla ricostruzione dell’Abruzzo. Dal 30 maggio al 6 giugno 2009 iniziative in tutta Italia. Martedì 19 maggio la Rete Italiana per il Disarmo  e la campagna «Sbilanciamoci!» presentano a Roma la campagna per lo stop della partecipazione italiana alla produzione di 131 cacciabombardieri F-35 che ci costeranno ben 15 miliardi di euro. Si tratta di un investimento enorme, pari a 4 volte i fondi stanziati fino ad oggi per fronteggiare la crisi economica e finanziaria e a 3 volte la cifra che si pensa di stanziare per il terremoto in Abruzzo. Quello dello Joint Straight Fighter è un programma di riarmo costoso, inutile, sbagliato.

Durante la conferenza stampa le organizzazioni promotrici presenteranno gli obiettivi e le iniziative della campagna, illustreranno i contenuti del programma di riarmo e delle decisioni del parlamento e del governo italiano, distribuiranno schede di presentazione delle prime iniziative e manifestazioni.

Per informazioni:

info@sbilanciamoci.org – Tel. 06.8841880

www.sbilanciamoci.orgwww.disarmo.org

Fanno parte della Rete Italiana per il Disarmo

Acli, Agenzia per la pace Sondrio, Amnesty International, Archivio disarmo, Arci, Arci Servizio Civile, Associazione obiettori nonviolenti, Associazione Papa Giovanni xxiii, Associazione per la Pace, Attac, Beati i costruttori di pace, Campagna italiana contro le mine, Campagna osm-dpn, Centro studi difesa civile, Conferenza degli istituti missionari in italia, Coordinamento comasco per la pace, Fim-cisl, Fiom-cgil, Fondazione culturale Responsabilità Etica, Gruppo Abele, Ics, Libera, Mani tese, Movimento Internazionale della Riconciliazione, Movimento Nonviolento, Opal, Oscar Ires Toscana, Pax Christi, Peacelink, Rete di Lilliput, Rete Radiè Resch, Traduttori per la pace, Un ponte per…

Fanno parte della campagna Sbilanciamoci!

Aiab, Altreconomia, Antigone, Arci, Arci servizio civile, Associazione obiettori nonviolenti, Associazione per la Pace, Beati i Costruttori di Pace, Campagna per la riforma della Banca mondiale, Carta, Cipsi, Cittadinanzattiva, Cnca, Cocis, Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’acqua, Comunità le Piagge Firenze, Coop. Roba dell’altro mondo, Crs, Ctm-altromercato, Crocevia, Donne in nero, Emergency, Emmaus Italia, Fair, Finansol.it, Fondazione culturale responsabilità etica, Gesco, Gruppo Oscar Romero – Sicsal Italia, Ics, Legambiente, Lila, Lunaria, Mani Tese, Microfinanza, Movimento Consumatori, Nigrizia, Pax Christi, Rete Lilliput, Rete degli studenti, Terre des hommes, Uisp, Unione degli studenti, Unione degli universitari, Un ponte per…, WWF