VALEGGIO SUL MINCIO (VR), 12-14 SETTEMBRE 2008. ENERGIE SOSTENIBILI, STRUMENTO DI DEMOCRAZIA


Fine settimana di approfondimento promosso da «ProgettoMondo Mlal», il 12-13-14 settembre 2008 presso la Casa Spiritualità Fontanafredda a Valeggio sul Mincio (Verona). Se le energie naturali sono fonte di enormi ricchezze, possono però essere anche causa di grandi povertà. Se indubbiamente rappresentano occasione di sviluppo per un’area o Paese, facilmente saranno spunto o pretesto anche per lo scontro o la sopraffazione. E se ricerca e sfruttamento delle risorse energetiche alternative portano in dote poteri incommensurabili, diverranno automaticamente minaccia per le democrazie e per un’equa distribuzione dei benefici.

Ecco perché un’Organizzazione di cooperazione internazionale come ProgettoMondo Mlal, da 41 anni impegnata nella lotta alla povertà in America Latina e Africa, considera quanto mai attuale e soprattutto intrinsecamente legato a un corretto modello di sviluppo del nostro pianeta, il tema dell’energia e delle sue fonti. Perché la solidarietà con i Paesi del Sud del mondo non sia solo espressione di buona volontà ma anche vera e propria scelta strategica.

In questo modo anche lo sviluppo delle nuove energie non sarà più solo il grande business delle solite multinazionali, ma risposta autenticamente democratica alla domanda di emancipazione, partecipazione e sviluppo dell’intera comunità.

Acqua, luce, carburante, calore, sono indubbiamente motore di vita in ogni realtà del mondo, ecco perché, tutelarne ricerca, sfruttamento, vendita e distribuzione, equivale a salvaguardare il diritto allo sviluppo del Sud del pianeta.

Su questi temi ProgettoMondo Mlal promuove un finesettimana di approfondimento (dal titolo “Energicamente diversi”), rivolto a soci e cittadinanza in generale, a Fontanafredda di Valeggio  (Verona) sabato 13 e domenica 14 settembre. Proprio con l’obiettivo di stimolare e accompagnare una riflessione comune sull’importanza di cogliere nella scelta energetica principalmente un’opportunità per uno sviluppo più equo e sostenibile delle realtà più svantaggiate.

A stimolare il dibattito, sono stati invitati 3 relatori che si alterneranno nelle due mattinate di sabato e domenica:

Sabato mattina (inizio ore 9.30), Lorenzo Bellu, esperto FAO, offrirà ai partecipanti un panorama dei principali processi economici in atto rispetto appunto al tema delle politiche energetiche, e come queste influiscano poi sulla concentrazione di potere e sul controllo da parte dei principali organismi internazionali.

Quindi, Rodolfo Pasinetti, direttore CDF (Climate and Development Foundation) dimostrerà come l’energia sia elemento centrale per uno sviluppo sostenibile e, dunque, quanto e in che modo, impegni e protocolli internazionali influiscano su questo o quel modello di crescita delle ricchezze.

Il secondo approfondimento, con Luca Zingale, presidente del CDF ,  in programma per la mattinata di domenica (ore 9.30 – 12.30), entrerà nel concreto, proponendo a tutti noi quanto davvero è possibile fare a livello di scelte politiche e di buone pratiche. E cioè possibili piccoli passi verso la sostenibilità e l’uguaglianza.

La partecipazione alle due conferenze è libera e gratuita.

Per maggiori informazioni  segreteria organizzativa: tel. 045.8102105 – fax 045.8103181

info@mlal.orgwww.progettomondomlal.org