VERONA. PROGETTO «RISCIÒ SOLIDALE» IN CITTÁ E PROVINCIA

[GRILLOnews.it – 19.06.2016] C’è un nuovo modo per visitare il centro storico di Verona e percorrere le piste ciclabili lungo l’Adige: il «Risciò solidale», mezzo ecologico davvero particolare e sicuramente piacevole!

Su iniziativa di «CLV impresa sociale», grazie al supporto di Fondazione Cattolica e la collaborazione di AMEntelibera, nasce a Verona un nuovo concetto di mobilità e trasporto eco-sostenibile con finalità sociali. Oltre a questi soggetti sono partner del progetto: la Casa Circondariale di Verona, le sezioni di Verona di FAND [Federazione Associazioni Nazionali Disabili], UICI [Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti] ed ENS [Ente Nazionale Sordi]. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Comune di Verona e degli Amici della Bicicletta di Verona.

Il progetto mira ad attivare in città un servizio di trasporto con risciò a pedalata assistita gestito da persone svantaggiate e dedicato a tutti, in particolare ad anziani e disabili. I risciò sono inoltre dotati di un pannello fotovoltaico funzionale che permette un notevole risparmio energetico per la carica della batteria, sempre nell’ottica della sostenibilità ambientale.

Il progetto «Risciò solidale» fa seguito alla precedente apprezzata iniziativa, «Verona in tandem», nata la scorso anno come progetto pilota di turismo accessibile per volontà degli stessi soggetti, in un’ottica di lavoro di rete tra diversi operatori e portatori di interessi sul territorio veronese.

Il risciò è un velocipede che può trasportare due persone, oltre al conduttore. Un mezzo pronto ad offrire la possibilità di far conoscere lo splendido territorio di Verona e provincia ad anziani, disabili, e a chiunque voglia muoversi in compagnia in modo slow e divertente.
Il servizio si effettua su prenotazione, tutta la settimana, compresi domenica e festivi.

Per informazioni: AMEntelibera – tel. 045.7600128 – cell. 345.1780368 – info@viaggiamentelibera.it
[Depliant: fronteretro]