L’opinione

CARCERE E SOCIETA’ – PRIMA, DURANTE E DOPO

[di Vincenzo Andraous • 29.09.01] In questi giorni stavo leggendo di un convegno dal titolo: CARCERE E SOCIETA', e mi sono chiesto perché invece non titolarlo: CARCERE E' SOCIETA'. Quell'accento mancante a mio avviso non è cosa di poco conto, a tal punto che mi convinco sempre di più che una persona detenuta debba fare ricorso alle proprie energie interiori per riuscire a vincersi e migliorarsi, ciò senza l'utopia del carcere-imbonitore, ma “nonostante il carcere”, diventando a nostra volta soggetti sociali attivi e non solamente “soggetti passivi”.

Leggi Articolo »

TRA MENZOGNE E VERITA’

[di Vincenzo Andraous • 08.10.01] Il G8 imperversa con il suo inarrestabile carico di globalizzazione e mondializzazione. Con esso il popolo delle tute multicolore a fare da cornice a uno scenario….. di guai a non finire.

Leggi Articolo »

LA PIETA’ DELLA GIUSTIZIA

[di Vincenzo Andraous • 11.07.00] Sono i giorni della pietà del Santo Padre. Dell’indulto e dell’amnistia in antitesi a pena e colpa: equazione facile per un carcere che separa e allontana ogni possibilità di riparazione. Si dissente ideologicamente sulla  differenza  sostanziale dei due eventuali benefici, poco importa l’alto messaggio del Papa e del problema a monte...

Leggi Articolo »

ETTORE MASINA – LA LETTERA DI SETTEMBRE 2001: TWINS TOWERS

[di Ettore Masina • 29.09.01] “C’è un tempo per piangere e uno per gioire” dice il Qoèlet, in un lungo elenco delle possibili vicende della storia.  Ma c’è un tempo che lo scrittore biblico non aveva previsto ed è il tempo dell’orrore e della confusione. E’ il tempo che stiamo vivendo. Anche quando il Qoèlet fu composto, 2200 anni fa, la storia aveva pagine sanguinose: ma tutto era (o sembrava) chiaro: l’eroismo e la ferocia, i volti degli uccisori e quelli delle vittime, i loro nomi, le conseguenze di una strage.

Leggi Articolo »

ERGASTOLO

[di Vincenzo Andraous • 21.10.01] "I ricordi sono un plotone di esecuzione in linea di tiro”. Ergastolo, "fine pena mai", il dazio da pagare per il male fatto agli altri, una pena che affligge, punisce e separa dalla collettività. Una pena che sancisce la fine di un tempo che non passa mai, un tempo che non esiste...

Leggi Articolo »

CARCERE – SEPOLCRI IMBIANCATI

[di Vincenzo Andraous • 28.10.01] Oggi, nell’ascoltare alcune notizie alla televisione e leggendo accadimenti che paiono trovate cinematografiche, mi ritrovo a pensare alla condizione del detenuto e al ruolo di chi è preposto a vigilare ed educare...

Leggi Articolo »

IL FALCO DAGLI OCCHI LUCIDI

[di VINCENZO ANDRAOUS • 05.11.2001] - Il Presidente della Camera Luciano Violante ha sottolineato in televisione che circa un milione di ragazzini rischiano nel prossimo futuro di andare incontro a sanzioni penali. A questa affermazione, ho riportato lo sguardo sul foglio di carta bianco che ho sotto il naso, ma, ostinata, la penna è rimasta a mezz'aria. Sto scrivendo a Marco, il mio nuovo amichetto, conosciuto nell'oratorio di un mio amico prete dove qualche volta mi reco in permesso. Un giorno il Don mi chiede se voglio parlare e confrontarmi con altri amici, ma questa volta mi avverte che si tratta di adolescenti delle medie inferiori. Ho accettato con entusiasmo.

Leggi Articolo »

ETTORE MASINA – LA “LETTERA” DI OTTOBRE 2001

[di Ettore Masina • 21.10.01] Non possiamo continuare a trascorrere le nostre serate, inerti, seduti davanti al teleschermo, scuotendo la testa e lasciandoci andare a qualche sospiro di pietà mentre vediamo i bambini che vagano affamati e terrorizzati per montagne riarse, calcinate da terribili inverni e da estati roventi; o marciscono in campi-profughi che sembrano, tanto sono disfatti e marcescenti, i resti di orribili tragedie di un antico passato...

Leggi Articolo »