Pace

VICENZA E LA GUERRA ANNUNCIATA

[Raniero La Valle • 20.06.07] «Vasti - Scuola di ricerca e critica delle antropologie» ha promosso nei giorni scorsi a Vicenza un seminario nazionale di studio sul tema «Il futuro della convivenza, Vicenza e la guerra annunciata. Invece della base nucleare». Al convegno hanno preso parte diversi relatori: Fernando Bandini (poeta), Luigi Ferrajoli (ordinario di Teoria generale del diritto all'Università Roma Tre), Salvatore Senese (magistrato, presidente del Tribunale Permanente dei Popoli). Vi proponiamo di seguito l'intervento di Raniero La Valle, direttore di «Vasti -  scuola di critica delle antropologie» . Si tratta della prolusione del seminario sul tema: «Invece della base nucleare».

Leggi Articolo »

SOSTIENI «IL GIORNALE DAL MOLIN»

[Presidio Permanente «No Dal Molin» • 23.05.07]  Il Giornale dal Molin è il mensile del «No» alla costruzione di una nuova installazione militare a Vicenza; un giornale cartaceo per continuare ad informare su quanto sta accadendo a Vicenza nonostante il silenzio mediatico che ha avvolto la nostra lotta.

Leggi Articolo »

PER UNA STRATEGIA NONVIOLENTA DELLA SINISTRA ITALIANA

[Alberto L'Abate • 06.03.07] «Cari amici, il primo di marzo ho mandato questa lettera aperta al direttore di 'Repubblica' con un mio articolo sulla strategia nonviolenta. Non è stata pubblicata e quindi oggi la sto trasmettendo a tutti gli amici nella speranza che possa servire a una discussione seria sui limiti del movimento per la pace e sul che fare. Ho aperto una discussione su un blog che sto pian piano creando.

Leggi Articolo »

VICENZA. «MA CI HANNO MAI VISTI IN FACCIA?»

[don Fabio Corazzina • 20.02.07] A Vicenza sabato (17 febbraio, ndr), mi hanno stupito i volti e con i volti le storie, le bellezze e le fatiche del popolo della pace. I volti erano quotidiani, direi normali, se l'eccezionalità di quegli sguardi e delle ragioni che portavano si può chiamare tale. Da una parte la stampa, e forse molti di noi, alla caccia dei soliti noti e dall'altra la piazza, le strade piene di novità non di notorietà. Così l'inizio della enorme fiumana di persone che hanno colorato la marcia per la pace e contro l'allargamento della presenza militare sui nostri territori era dei cittadini di Vicenza...

Leggi Articolo »

«SU TUTTO SI PUÒ MEDIARE, MA NON SULLA GUERRA»

[Movimento Nonviolento • 24.02.07] Se oggi avessimo la possibilità di parlare con Prodi  gli consiglieremmo di abbonarsi e leggere i numeri di «Azione nonviolenta» dedicati al tema «nonviolenza e politica». Scoprirebbe che su tutto si può mediare, ma non sulla guerra (e la sua preparazione) alla quale si deve dire «No» ed essere duri come pietre.

Leggi Articolo »

OGGI VICENZA É MOLTO PIÙ GRANDE DI VICENZA

[Tonio Dell'Olio • 17.02.07] A Vicenza si manifesta perché tanta gente ha preso consapevolezza del fatto che il sale della democrazia e della libertà è nella partecipazione di popolo. In questo senso Vicenza non è che l'altro anello della catena partecipativa che passa per Melfi, Scanzano, Sardegna e Val di Susa. Luoghi in cui abbiamo compreso più che altrove che quartiere, città, Paese, villaggio globale richiedono un contributo consapevole e vigile da parte di tutti e che nessuno potrà giustificarsi un giorno dicendo di non essere stato informato per tempo.

Leggi Articolo »

SERGIO PARONETTO: «AFGHANISTAN, CHE FARE?»

[Sergio Paronetto • 16.06.06] Leggo dell'ipotesi di mandare più soldati in Afghanistan. Secondo il generale Tricarico, capo di stato maggiore dell'aeronautica, sei aerei Amx sono pronti a partire. L'idea mi sembra non solo incoerente con il programma della coalizione politica oggi al governo ma anche del tutto controproducente proprio ai fini della lotta al terrorismo e del ripristino della democrazia...

Leggi Articolo »

ALEX ZANOTELLI. «ALLARME ATOMICO: METTIAMOCI INSIEME»

[Alex Zanotelli • 28.04.06] É un momento grave per l'umanità che potrebbe portarci ad una guerra atomica. Siamo alla vigilia di un'altra guerra preventiva con l'aggravante dell'uso di armi nucleari. Potremmo indire un altro grande incontro pubblico, ad esempio all'Arena di Verona ove, pubblicamente e in tanti, gridare il nostro «No alla bomba e alla guerra atomica».

Leggi Articolo »

CON GLI OCCHI DEGLI ULTIMI

[Amedeo Tosi • 28.03.06] Massimo Toschi: «Bernabé è un bambino del Burkina Faso. Era malato di meningite quando l'ho conosciuto. Lui sdraiato a terra, senza un letto». «A Jenin, in Palestina, dove è forte la militanza di Hamas, il 4 novembre 2005 un ragazzo di nome Ahmed stava andando in un negozio quando incrociò un coetaneo e si mise a parlare con lui. L'amico gli prestò un giocattolo a forma di fucile. I soldati israeliani, presenti ovunque, 'intimoriti' gli spararono in fronte. A nulla valse la corsa in ospedale. Ahmed morì».

Leggi Articolo »