L’opinione

ANCH’IO MIGRANTE, UOMO COME TE!

[Pax Christi Italia - 17.01.10] Sentiamo il rischio delle parole. Delle parole già dette, ripetute, scontate, di circostanza. Parole come vuoti a perdere di retorica. E tuttavia sentiamo il dovere della parola. La parola che chiama «persona» ogni essere umano. Chiama persona - e non «negro»- anche l'immigrato. Di questa parola chiara, inequivocabile, sentiamo il bisogno, l'urgenza, la verità, per non cadere nei tranelli dei falsari, nella trappola dei demagoghi, nella rete dei complici...

Leggi Articolo »

LA «LETTERA» DI ETTORE MASINA [GENNAIO 2010]

[Ettore Masina - 15.01.2010] Sarà a causa della bizzosità tipica di certi vecchi o di un moralismo d’altri tempi ma a me sembra francamente intollerabile la prosopopea con la quale alcune persone 'di potere' cercano di convincerci che nel giudicare i loro maestri si può procedere a spicchi, a settori, a punti di vista, non negando del tutto, ciò che sarebbe impossibile, certe colpe o patologie ma rimandandone la valutazione ad altra (non definita) sede; adulterando così la memoria storica e nascondendo i limiti che ne hanno profondamente caratterizzato le azioni...

Leggi Articolo »

INCAMMINARSI VERSO LA GRATUITÁ

[Enrico Turrini - 06.01.10] Incamminarsi verso la gratuità significa scegliere la via della condivisione, del camminare insieme aiutandosi uno con l'altro, perché tutti abbiano condizioni di vita degna senza privilegi, del rinunciare ai vantaggi personali e saper godere della felicità degli altri: solo così ognuno di noi può raggiungere una serenitá vera e profonda. [...] Dobbiamo renderci conto che per impegnarsi con sempre più convinzione e spirito gratuito per salvare il nostro Pianeta e offrire una possibilità di vita alle generazioni future, non possiamo fermarci alle chiacchiere con ben pochi risultati, come è avvenuto nel Vertice sul clima di Copenhagen...

Leggi Articolo »

MENO BUONI E PIÙ GIUSTI, MENO CARITATEVOLI E PIÙ SOLIDALI

[padre Adriano Sella - 21.12.09] «Non sarebbe meglio essere meno buoni e caritatevoli, ma impegnarsi di più nell'essere giusti e per una solidarietà intelligente che rimuova finalmente le cause dei problemi? Dobbiamo far uscire la nostra solidarietà dall'assistenzialismo. Ma questo tessuto di giustizia sociale è molto fragile in Italia. Allora, ci si riduce ad essere buoni e generosi. Questa bontà tende a non riconoscere i diritti, ma offre solamente dei favori in forma di assistenzialismo, esigendo dall'altra parte solo doveri, senza l'impegno di promuovere i loro diritti»...

Leggi Articolo »

SU QUELLA PANCHINA MUTILATA DALL’INCURIA

[Vincenzo Andraous - 21.12.09] Zandalee è una ragazza che ciondola nei dintorni della Comunità Casa del Giovane di Pavia. Non riesce a sostenere un percorso terapeutico comunitario tradizionale. L'unica pedagogia che mastica è quella della panchina mutilata dall'incuria, con quella falsa libertà che ne consegue. Caricatura beffarda della morte perennemente accovacciata sulle spalle...

Leggi Articolo »

«NON SIAMO CARNE DA MACELLO!»

[Rete della Diaspora Africana Nera in Italia • 10.12.09] Dall'uccisione del giovane sudafricano Jerry Essan Masloo (Villa Literno, 25 agosto 1989) che allora sollevò un'onda d'indignazione e proteste in questo paese, a quella recente del senegalese Ibrahim M'Bodi, ucciso a Biella dal datore di lavoro, con nove coltellate, perché reclamava lo stipendio che da tre mesi non gli era stato versato. A quelli che parlano ancora di «episodi isolati» diciamo che sono fatti che dimostrano, ce ne fosse bisogno, che c'è un fenomeno di intolleranza crescente che sta dilagando in questo paese e la comunità Nera africana ne sta pagando altamente le spese.

Leggi Articolo »

SICUREZZA E ACCOGLIENZA: UNA CONTRADDIZIONE INSUPERABILE?

[Religioni per la Pace Italia • 19.11.09] A Coccaglio, un comune del bresciano, con circa 7000 residenti di cui 1500 stranieri, la giunta ha inaugurato l’operazione «White Christmas» per «mettere ordine» tra gli immigrati presenti nella cittadina. Quando ci si rifà al Natale, non si può trascurare che i racconti evangelici sulla nascita di Gesù riferiscono con tristezza il rifiuto opposto a Giuseppe ed alla sua sposa Maria che cercavano un luogo ospitale, nel quale ella potesse partorire il figlio; tale rifiuto viene attribuito proprio al loro essere forestieri...

Leggi Articolo »

«I DIRITTI UMANI SI DIFENDONO PRESERVANDO IL PIANETA»

[Enrico Turrini • 23.11.09] «É impossibile difendere pienamente i diritti umani se al medesimo tempo non riconosciamo e difendiamo i diritti del Pianeta Terra e della Natura». Stiamo vivendo una crisi epocale dei valori nel campo sociale, con un capitalismo neoliberale che investe somme immense nelle cose più assurde. Con l'aiuto della natura, dovremmo invece impegnarci nella costruzione di un Mondo che cammini nella direzione della vita.

Leggi Articolo »

NOBEL A OBAMA. IL PREMIO A UNA POLITICA

[Raniero La Valle • 25.10.09] Il premio Nobel per la pace non è infallibile. Anzi molte volte ha preso delle autentiche cantonate (come la scelta di Kissinger, di Begin...) ma questa volta, finendo inopinatamente nella casa bianca di Obama, non ha sbagliato. E invece è nato un putiferio...

Leggi Articolo »

LA SCOSSA

[Raniero La Valle • 06.09.09] La nostra vita politica è entrata in una fase selvaggia a causa dell'anomalia, tutta italiana, di un potere che è finito, ma che non c'è modo di rimuovere con i mezzi politici normali, a causa di un sistema istituzionale perverso che lo tiene in vita oltre ogni decenza. La lotta politica prende allora altre strade, scava ferite, semina vittime, travolge venerande istituzioni; in tal modo il crepuscolo del berlusconismo manifesta tutta la forza distruttiva e corruttrice che questa forma politica ha avuto fin dall'inizio.

Leggi Articolo »