Mondo

A DIECI ANNI DALLA CAMPAGNA ECCLESIALE SUL DEBITO ESTERO

[Cristiano Morsolin - Osservatorio sull’America Latina «Selvas» - 28.06.10] «Ventotto Paesi hanno terminato l'iniziativa di cancellazione del debito dei paesi più poveri. Laddove questa campagna si è legata rigorosamente alla lotta alla povertà per il futuro e con il coinvolgimento della società civile, i risultati sono stati positivi»...

Leggi Articolo »

ISRAELE-PALESTINA. DALLE COLONIE ILLEGALI ALLA NOSTRA TAVOLA. PERCHÉ BOICOTTARE I FRUTTI DELL’INGIUSTIZIA

[Pax Christi Italia - 27.05.2010] «La nostra scelta come cristiani di fronte all'occupazione israeliana è di resistere. La resistenza è un diritto e un dovere per il cristiano. Ma è resistenza con amore. Possiamo resistere con la disobbedienza civile. Le organizzazioni civili palestinesi, come le organizzazioni internazionali, le ONG e alcune istituzioni religiose si appellano affinché gli individui, le aziende e gli stati si impegnino nel disinvestimento e nel boicottaggio di tutto ciò che viene prodotto dall'occupazione...».

Leggi Articolo »

MANCA LA VOCE DEI BAMBINI E GIOVANI LAVORATORI AL VERTICE SU LAVORO MINORILE

[Cristiano Morsolin - 14.05.10] Quito (Ecuador) - «Anche i bambini dovrebbero essere coinvolti nelle decisioni che li riguardano». É il messaggio portato all'Aja, alla Conferenza mondiale sul lavoro minorile, da Awa Niang, una ragazza rappresentante del Movimento africano dei bambini e adolescenti lavoratori (AMWCY). Sono stati proprio questi movimenti i grandi esclusi dalla Conferenza organizzata all'Aja dall'Ilo (International Labour Organization) il 10 e 11 maggio 2010 per definire una strategia che possa eliminare antro il 2016 le peggiori forme di lavoro minorile.

Leggi Articolo »

PERCHÉ L’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO NON ASCOLTA I BAMBINI LAVORATORI?

[Cristiano Morsolin - 03.05.2010] Quito (Ecuador) - Si svolgerà all'Aja il 10 e 11 maggio 2010 la Conferenza internazionale sul lavoro minorile. Ma non sono stati invitate le principali reti organizzate dei bambini lavoratori: «É inaccettabile che noi, legittimi rappresentanti delle bambine, bambini e adolescenti lavoratori organizzati dell'America Latina e dei Caraibi, siamo ignorati nella convocazione di questa conferenza, dal momento che si discuteranno temi legati direttamente alla nostra vita».

Leggi Articolo »

GAZA. TROVATI METALLI CONTAMINANTI NEI CAPELLI DEI BAMBINI DELLE AREE COLPITE DAI BOMBARDAMENTI

[www.newweapons.org - 17.03.10] Tracce di metalli tossici nei capelli sono state rilevate in molti dei bambini palestinesi che vivono nella Striscia di Gaza in precarie condizioni abitative nelle aree colpite dai bombardamenti israeliani. E' il risultato di uno studio pilota condotto dal New Weapons Research Group (Nwrg), una commissione indipendente di scienziati ed esperti basata in Italia che studia l'impiego delle armi non convenzionali e i loro effetti di medio periodo sui residenti delle aree in cui vengono utilizzate.

Leggi Articolo »

I TERREMOTI DI HAITI

[Arnaldo De Vidi - 28.01.2010] Mi sento moralmente nell'obbligo di far giustizia a Haiti, raccontando un poco la sua storia e criticando i media per i reportage in occasione del terremoto. I media più benevoli mostrarono gli haitiani come disperati e incapaci. La Croce Rossa li ha definiti «aggressivi» di fronte alla mancanza di viveri. Molti giornalisti ripeterono alla nausea: «Gangs seminano terrore ad Haiti»...

Leggi Articolo »

I RESPINGIMENTI IN LIBIA? OFFESA AL MEDITERRANEO

[Laura Eduati • 21.08.09] Intervista a Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo. «Fare la guerra ai poveracci è la negazione della nostra cultura. Non c'é possibilità di appello. Oggi non si guarda in faccia nessuno, non si distinguono migranti e richiedenti asilo, e' una offesa al Mediterraneo. Perché noi non abbiamo mai considerato nemici coloro che vivono sull'altra sponda».

Leggi Articolo »

BARACK OBAMA: «CON L’ISLAM UN NUOVO INIZIO»

[Barack Obama • 05.06.09] Proponiamo di seguito la traduzione integrale del discorso del presidente statunitense all'Università del Cairo. Lo hanno applaudito 33 volte. Al Cairo, nell’aula magna dell’Università Al Azhar, non nel cuore del Wisconsin o in una città europea. Barack Obama aveva annunciato «un nuovo inizio» nelle relazioni tra l'Occidente e l'islam ed è stato di parola; perlomeno nelle intenzioni.

Leggi Articolo »

US ARMY VICENZA, AFRICOM E IL RWANDA: UNA LEZIONE DI CINISMO

[Antonio Mazzeo • 27.05.09] A Gabiro, 130 chilometri a nord-est della capitale Kigali, sorge la scuola di addestramento fanteria ed artiglieria delle forze armate del Rwanda. Fu aperta nell'aprile del 1994, il fatidico mese in cui un missile terra-aria abbattè l'aereo in cui viaggiavano Juvénal Habyarimana, presidente del Rwanda, e Cyprien Ntaryamira, presidente del Burundi. Con l'assassinio dei due capi di Stato, il Rwanda precipitò in una delle più sanguinose guerre civili della storia. Da qualche tempo nella scuola di addestramento di Gabiro operano alcuni ufficiali di US Army Africa. Legittimando l'establishment politico-militare ruandese, il Pentagono ha contribuito a cementificare il regime di apartheid etnico che contraddistingue le forze armate locali.

Leggi Articolo »