Mondo

COOPERAZIONE: ITALIA ULTIMA DELLA CLASSE

[di François Misser (Nigrizia) • 04.06.02] La cooperazione europea con i paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (Acp) rischia a fine d'anno di arenarsi. Lo ha rivelato Poul Nielson, il commissario allo sviluppo, in occasione dell'ultimo consiglio dei ministri tenutosi a Bruxelles il 30 maggio scorso. Affinché l'accordo firmato a Cotonou nel giugno del 2000 possa entrare in vigore a gennaio del 2003, ha spiegato Nielson nel corso di una conferenza stampa, bisogna che sia ratificato entro la fine dell'anno. In caso contrario, l'aiuto a numerosi paesi s'interromperà...

Leggi Articolo »

LA FATICA DI ESSERE CUBA

[di GIANNI MINA' • 05.05.02] La commissione Onu per i diritti umani approva un documento contro Cuba. Con i voti in offerta speciale di un po' di paesi dalla «fedina penale» tremenda (come Guatemala, Messico, Perù). E ignorando soprusi inauditi commessi in ogni angolo del globo.

Leggi Articolo »

ISRAELE-PALESTINA: QUEI DUE ORMAI INCOMPATIBILI PER LA PACE

[di di Erri De Luca • 26.04.02] Il male estremo della guerra si è impiantato nel luogo di massimo contagio. La terrasanta, tre volte santa per tre religioni, tracima d'infezione e ammala il mondo alzandogli la temperatura. Israele ha invaso la Cisgiordania. Non vuole annettersela ma smantellare le formazioni militari palestinesi e raccattare il massimo di nuove informazioni su di loro.

Leggi Articolo »

VENEZUELA: L’ULTIMO GOLPE

[di GIANNI MINA' • 21.04.02] «Cercano un Pinochet per farmi fuori», aveva dichiarato recentemente il presidente venezuelano Hugo Chavez. Ed ha indovinato la previsione. Perché in un paese latinoamericano e ricco di petrolio come il Venezuela, il potere di un presidente della Federcameras, la Confindustria locale, che si è insediato al suo posto, dopo un golpe «democratico», può essere più contundente e definitivo di quello dell'esercito...

Leggi Articolo »

L’ASSE DEL MALE

[di Ignacio Ramonet • 21.04.02] Tre fronti. I cittadini devono sapere che la globalizzazione liberista attacca oramai la società su tre fronti. Il primo, centrale in quanto riguarda l'umanità nel suo insieme, è quello dell'economia. Questo fronte è sottoposto alla guida di quello che sarebbe davvero il caso di chiamare l'Asse del male (1), costituito dal Fondo monetario internazionale (Fmi), dalla Banca mondiale e dall'Organizzazione mondiale del commercio (Wto)...

Leggi Articolo »

GERUSALEMME, QUESTO MASSACRO NEL NOME DI DIO

[di Luigi Sandri • 07.04.02] Tra gli elementi che formano la miscela esplosiva che ha il suo asse in Gerusalemme vorrei qui metterne in evidenza uno: quello religioso. Il nodo del violento contrasto - storico, politico e sociale - tra ebrei israeliani ed arabi palestinesi è «se» e «come» dividere, o condividere la stessa terra.

Leggi Articolo »

FIDEL CASTRO: ADDIO ALLE ARMI

[GRILLOnews • 21.03.02] Discorso pronunciato dal Presidente della Repubblica di Cuba, Dott. Fidel Castro Ruz, nella Conferenza Internazionale sul Finanziamento allo Sviluppo, Città di Monterrey, Messico, 21 marzo 2002.

Leggi Articolo »

DOCUMENTO FINALE DEL FORUM SOCIALE DI PORTO ALEGRE

[04.02.02] Resistenza al neoliberismo, al militarismo, alla guerra: per la pace le la giustizia sociale 1) Di fronte al continuo deterioramento nelle condizioni di vita dei popoli, noi, movimenti sociali del mondo intero, ci siamo incontrati in decine di migliaia nel Secondo Forum sociale mondiale di Porto Alegre. Siamo qui a dispetto dei tentativi di spezzare la nostra solidarietà.

Leggi Articolo »

GIULIO GIRARDI: I FONDAMENTI IDEOLOGICI DELLA GUERRA MONDIALE IN CORSO

[di Giulio Girardi • 21.01.02] Per cercare di capire cio' che sta accadendo dopo l'11 settembre nel mondo, e quale sia in particolare il senso di questa guerra, per capire cio' che sta cambiando e cio' che non sta cambiando nella storia, vorrei tentare una strada, quella di esplorare le ideologie cui si ispirano i protagonisti, che sono il potere americano con i suoi alleati, impersonato da George Bush, e l'integralismo islamico, impersonato da Osama Bin Laden.

Leggi Articolo »

IL TERRENO MINATO FA CRESCERE I COSTI

[Paolo Migliavacca • 24.12.01] Ogni 20 minuti nel mondo esplode una mina. Le vittime sono 26mila l'anno, ma si contano mutilati gravi a decine di migliaia: il 30% delle mine determina la perdita di uno o più arti, per un totale di oltre 250mila handicappati.

Leggi Articolo »